Chiara, 10 mesi in Québec, Canada

Sono partita il 13 Agosto 2016, oggi è il 16 Giugno 2017, mi restano ancora circa due settimane qui in Québec e ancora non ci credo che il tempo sia passato così velocemente.

Se voleste sentire delle menzogne vi direi che è stato da sempre tutto perfetto, che non ho avuto difficoltà e tutti mi hanno da sempre aiutato. Ma non è la verità e non voglio mentire: è difficile, è davvero difficile, il primo periodo soprattutto, ti ritrovi in un posto totalmente nuovo dove non conosci nessuno e non parli la lingua, ma ormai sei lì e non puoi tirarti indietro. Il mio primo periodo è stato davvero duro, ma arrivata ad ora posso dirvi che tutta la “sofferenza” del primo periodo ne è valsa totalmente la pena, ho avuto un’esperienza incredibile, ho conosciuto delle persone formidabili e ormai posso considerarmi una québécoise.

La neve poi, andare a Fonni o in qualsiasi altro posto e stare un po’ sulla neve è un conto, ma svegliarsi, aprire la finestra e vedere che fuori è tutto coperto di bianco, è magico, in più la temperatura in Québec è un po’ uno scherzo, un giorno​ stai morendo di caldo e il giorno dopo ci sono meno trenta gradi, ma anche questo fa parte dell’esperienza.

Sarà difficile tornare, in dieci mesi, per quanto possa sembrare strano, ho creato una vita che finirà dal momento in cui salirò sull’aereo, sì, continuerò a sentire i miei amici e farò si tutto per vederli, ma non sarà la stessa cosa, le mie due vite non possono coesistere e farà male, ma fa parte del “gioco”.

Le cose che si provano e si vivono non si possono nemmeno descrivere, ma è stata davvero una delle esperienza più belle di tutta la mia vita e la paura di partire ci sta tutta, ma ne vale davvero la pena.

With love

Chiara